Chi siamo

Villa Santa Maria

Villa Santa Maria, Tavernerio, Como

Villa Santa Maria è un Ente che realizza istituzionalmente la testimonianza cristiana attraverso la cura e la riabilitazione di bambini e ragazzi affetti da diversi tipi di patologie complesse di carattere neuropsichiatrico quali:

  • ritardi/disturbi del neurosviluppo semplici e complessi di spettro autistico e non (ritardi cognitivi, ritardo/disturbo evolutivo del linguaggio, della funzione motoria, delle capacità comunicativo/relazionali)
  • psicopatologia dell'infanzia, della preadolescenza e dell'adolescenza (disturbi del comportamento, di tipo oppositivo-provocatorio, di tipo dirompente, di tipo dissociale, alterazioni delle condotte alimentari, ritiro scolastico e/o sociale, disturbi della sfera emotivo-affettiva, ...)
  • cerebropatie congenite e acquisite, con compromissione motoria e ritardo mentale di differente grado
  • malattie neurodegenerative e metaboliche su base genetica o dismetabolica
  • epilessie primarie e secondarie

 

Villa Santa Maria SCS fornisce i suoi servizi sia privatamente sia attraverso l’accreditamento con il Servizio Sanitario Regionale e opera, fin dal 1990, nelle due sedi di Tavernerio (CO) e Oggiona con Santo Stefano (VA), rappresentando un punto di riferimento nella comunità locale e nel tessuto nazionale e, al contempo, sviluppando e promuovendo anche la cooperazione a livello internazionale con alcuni dei maggiori centri di riabilitazione neuropsichiatrica.

Villa Santa Maria SCS si impegna a fornire un servizio di ottima qualità, centrato sul paziente e sulle sue potenzialità, in stretta collaborazione con i genitori e in un ambiente accogliente e armonioso, luogo di attività riabilitative, scolastiche e ludiche.

Le patologie trattate a Villa Santa Maria sono estremamente eterogenee dal punto di vista patogenetico. L’evoluzione della malattia può essere acuta, cronica o degenerativa. Tutte queste malattie richiedono un programma di riabilitazione individualizzato che garantisca un miglioramento della qualità di vita dei pazienti.

 

Principali ambiti

Lo stato di benessere dell’infanzia è uno degli obiettivi principali del Piano Sanitario Regionale (PSR); le azioni volte a migliorare le condizioni di salute della popolazione in età evolutiva e la qualità della vita rivestono, pertanto, una particolare rilevanza nella programmazione sanitaria della Regione e delle singole aziende sanitarie. Per quanto riguarda l’ambito relativo alla salute neuropsichica in età evolutiva si sottolinea che alcune problematiche proprie della neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza stanno assumendo una sempre maggiore evidenza (si veda in questo senso DPCM 12 gennaio 2017, “Definizione e aggiornamento LEA”):

a) Il disagio psichico e la psicopatologia in età evolutiva rappresentano un bisogno emergente, per il quale è necessario instaurare azioni di prevenzione, di diagnosi precoce e di presa in carico. Tali interventi assumono, inoltre, un valore preventivo nei riguardi del disagio psichico e della patologia psichiatrica nell’età adulta.

b) Le patologie psichiatriche e neurologiche (paralisi cerebrali infantili, epilessia, ritardo mentale, disturbi specifici d’apprendimento etc.) oltre richiedere interventi terapeutici e strumentali immediati e continuativi nel tempo se non opportunamente seguite possono evolvere in handicap ingravescenti con rilevanti ricadute umane e incremento di costi sociali.

c) La disabilità in età evolutiva presenta peculiarità che richiedono interventi integrati e complessi, volti non solo alla riduzione del danno, ma soprattutto alla prevenzione delle problematiche cosiddette d’innesto.

d) La riabilitazione in età evolutiva può avvenire solo con interventi rispettosi della globalità e dell’unitarietà del soggetto; in età evolutiva esiste una stretta connessione tra riabilitazione funzionale e riabilitazione psicosociale, per cui, nel trattamento, le disabilità devono essere considerate come problemi dello sviluppo mentale e non semplicemente come disturbo di singole funzioni (neuromotorie, sensoriali, cognitive).

 Villa Santa Maria opera in convenzione con

  • ASST Fatebenefratelli Sacco e ASST Santi Paolo e Carlo, Milano
  • ASST Lariana
  • ASST Monza
  • ASST Valle Olona
  • ANFASS, Brescia
  • Centro Diagnostico Italiano, Milano
  • Istituto di Ricerche Farmacologiche IRCCS Mario Negri, Milano
  • Centro di Cultura Scientifica Alessandro Volta, Como
  • Università degli Studi di Bergamo
  • Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  • Centro Ricerche Semeion, Roma
  • Campus Biomedico, Roma
  • Università Federico II, Napoli
  • IRCCS Fondazione Stella Maris, Pisa
  • Congregazione delle Suore Infermiere dell’Addolorata Ospedale Valduce di Como,
  • Università degli Studi di Milano Bicocca
  • Università degli Studi dell’Insubria, Varese
  • ENAIP Busto Arsizio (Varese)
  • Ospedale pediatrico Bambino Gesù, Roma
  • Università Ebraica di Gerusalemme, Hadassah Medical School, Israele
  • Ospedale di Beer-Sheva, Israele,
  • Centro MIFNE, Rosh Pinah, Israele

 

Mission

Gli obiettivi generali sono definiti in base alle normative e indicazioni nazionali e regionali esistenti e declinati nella realtà locale dal piano aziendale. Essi riguardano la prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione dei disturbi neurologici, psicopatologici e neuropsicologici dell’infanzia e dell’adolescenza, che devono essere garantite in maniera coordinata, appropriata ed equa.

I compiti di Villa Santa Maria sono:

  • fornire prestazioni e promuovere iniziative e progetti capaci di migliorare il più possibile lo stato di salute e di ridurre i disagi e le sofferenze della popolazione di riferimento in età evolutiva;
  • agire contro le barriere economiche, politiche, culturali e sociali che interferiscono con la partecipazione ed il pieno sviluppo dei bambini e degli adolescenti;
  • favorire l’integrazione scolastica e sociale degli utenti disabili;
  • favorire il raggiungimento delle autonomie possibili e la partecipazione sociale;
  • collaborare con le famiglie dei bambini e degli adolescenti disabili, per il riconoscimento dei loro diritti ed il migliore sviluppo delle loro abilità;
  • valorizzare i fattori di protezione della salute mentale in età evolutiva;
  • garantire la continuità terapeutica con l’ospedale e gli altri servizi sanitari dell’area materno infantile e della salute mentale.

 

VALORI DI RIFERIMENTO

  • centralità del minore e della sua famiglia
  • buona qualità della vita del minore come presupposto fondamentale del suo sviluppo sano ed armonico;
  • radicamento nel territorio e lavoro di rete;
  • universalismo ed equità;
  • massima integrazione sociale e scolastica;
  • approccio di comunità;
  • attenzione alla trasmissione di competenze ai contesti di vita;
  • modello di intervento basato sulla partecipazione;
  • promozione della ricerca nella pratica clinica;
  • promuovere interventi basati su evidenze scientifiche;

 

OBIETTIVI 

Sviluppare la capacità di tutela e cura nei confronti :

  • dei minori con, o a rischio di, disabilità fisica, psichica e sensoriale
  • dei minori in situazione di abuso e maltrattamento
  • dei minori in situazione di disagio psicologico e/o psico sociale
  • dei minori nel nucleo familiare a rischio socio ambientale o fuori famiglia


Garantire:

  • la continuità terapeutica e la reciprocità di coinvolgimento degli operatori nei servizi
  • la presenza di attività diagnostico riabilitative di Neuropsichiatria, appropriate e costantemente
  • aggiornate
  • la partecipazione degli operatori  di Villa Santa Maria alle riunioni  0-18 e favorire il passaggio del caso, al compimento della maggiore età, ai servizi per l’età adulta
  • l’integrazione istituzionale e comunitaria
  • l’organizzazione dei servizi e attività a livello di Distretto/Ambito e nella rete sociosanitaria
  • l’integrazione professionale
  • l’acquisizione di una cultura professionale multidisciplinare nelle aree individuate
  • l’aggiornamento delle singole professionalità nelle aree individuate a garanzia della qualità e dell’efficacia delle prestazioni professionali richieste


Definire sede e le modalità di monitoraggio e di verifica dei processi dei risultati e degli esiti

Migliorare la qualità organizzativa, quella professionale e quella percepita

Mettere in atto interventi tempestivi per la diagnosi e la cura-riabilitazione

Favorire l’introduzione di nuovi interventi di provata efficacia, la riduzione dei tempi di attesa, la riduzione delle dimissioni non concordate, la riduzione della domanda inappropriata

 

 


Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni sulla nostra struttura e le nostre attività.