Attività scientifica

Convegni

Titolo: Incontro con l'autore - Fondazione VSM presenta il volume IL RITIRO SOCIALE NEGLI ADOLESCENTI. La solitudine di una generazione iperconnessa di Matteo Lancini (2019)

Autore: Matteo Lancini, Diego Minonzio, Franco Castronovo, Sabrina Colombo, Patrizia Conti, Gaetana Mariani

Info: Organizzato dalla Fondazione VSM con il patrocinio del quotidiano La Provincia e dall’ASST Lariana, Como, 15 maggio

pdf url

abstract

Abstract: Il fenomeno del ritiro sociale acuto riguarda quegli adolescenti che, a partire da una fobia scolare, abbandonano le relazioni amicali e tutti i contatti sociali per rinchiudersi nella loro stanza. Questi giovani riducono progressivamente al minimo i loro contatti con persone reali, sostituendoli in genere con relazioni virtuali e con una frenetica attività su internet. Emerso inizialmente in Giappone, dove ha avuto una larghissima diffusione, si sta ora diffondendo in tutto l’Occidente, interessando soprattutto i giovani maschi. 
Nel suo nuovo libro Matteo Lancini, psicologo e psicoterapeuta di formazione psicoanalitica, Presidente della Fondazione Minotauro di Milano e docente presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università Milano-Bicocca, approfondisce questo fenomeno ancora poco conosciuto, ma in costante aumento anche nel territorio comasco. 
L’incontro, organizzato dalla Fondazione VSM, che opera per sostenere le attività di ricerca scientifica di Villa Santa Maria SCS, Centro multiservizi di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza con sede in Tavernerio (Como), è patrocinato dal quotidiano La Provincia e dall’ASST Lariana e sarà moderato da Diego Minonzio, Direttore de La Provincia. Alla discussione con l’autore parteciperanno Franco Castronovo, Referente BES/DSA e Disabilità dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Como, Sabrina Colombo, imprenditrice mamma di due figli adolescenti e fondatrice di mastermamma.it, Patrizia Conti, Responsabile dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza dell’ASST Lariana e Gaetana Mariani, Presidente e Direttore Generale di Villa Santa Maria SCS.

Titolo: La magia del museo contro i disturbi neuropsichiatrici: un benessere sorprendente (2019)

Autore: Gaetana Mariani, Donatella Brunazzi, Annamaria Ravagnan, Lucilla Boschi, Enzo Grossi, Matteo Sartorio, Antonia Castelnuovo, Fabio Sartorelli

Info: Fondazione VSM di Villa Santa Maria e Museo Teatrale alla Scala, Milano, 7 marzo

pdf

abstract

Abstract: Una visita al Museo Teatrale alla Scala, con la possibilità di assistere a una versione ridotta del Flauto magico di Mozart, ha effetti positivi su soggetti con Disturbi dello spettro autistico, psicopatologia e deficit cognitivi, in termini di socialità e benessere, difficilmente raggiungibili con interventi di altro genere. È questo il sorprendente risultato dello studio pilota realizzato grazie alla collaborazione tra la Fondazione VSM di Villa Santa Maria, Centro Multiservizi di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza con sede in Tavernerio (Como), e il Museo Teatrale alla Scala di Milano. 
L’iniziativa, la prima del suo genere in Italia, aveva l’obiettivo di rilevare la fattibilità di una fruizione speciale dell’esperienza museale in soggetti minorenni e adulti affetti da differenti forme di patologie neuropsichiatriche. Condotta grazie al coinvolgimento di piccoli gruppi di pazienti in carico al Centro, si è svolta attraverso la misurazione dello stato di wellbeing dei partecipanti nei giorni che hanno preceduto la visita al Museo e nel periodo successivo. 
Grazie a uno strumento creato ad hoc per consentire anche a soggetti con disabilità mentale di esprimere chiaramente le proprie sensazioni, è stato possibile rilevare il loro benessere prima e dopo la visita, nel corso della quale sono stati loro proposti un programma personalizzato, studiato da un mediatore culturale, e un’esperienza di ascolto musicale condotta dal maestro Fabio Sartorelli, docente al Conservatorio di Como e all’Accademia Teatro alla Scala di Milano, e dai suoi allievi, con un riadattamento del Flauto Magico di Mozart. 
Gli effetti positivi, che verranno illustrati oggi nel corso del convegno intitolato La magia del museo contro i disturbi neuropsichiatrici: un benessere sorprendente, che si svolgerà alle 18 al Museo Teatrale alla Scala (invito e programma in allegato), sono stati evidenti. 
La misurazione del wellbeing nei giorni precedenti ha permesso di stabilire un livello di wellbeing basale di riferimento, con un valore medio di 66 nel gruppo di ragazzi con autismo, 58 nel gruppo di adolescenti con psicopatologia e di 60 nel gruppo degli adulti con disabilità cognitiva e ritardo mentale. La misurazione del wellbeing subito dopo l’esperienza estetica ha messo in evidenza un forte impatto emotivo con un incremento statisticamente significativo del benessere psicologico momentaneo, che è risultato del 37% nel gruppo di ragazzi con autismo, del 64% nel gruppo degli adolescenti con psicopatologia e del 50% nel gruppo degli adulti con disabilità cognitiva e ritardo mentale. Tutti hanno raggiunto valori prossimi alla soglia massima di benessere.

Titolo: Italy at INSAR (2019)

Autore: Gaetana Mariani, Enzo Grossi, Marina Norsi, Giulio Valagussa, Eleonora Castagna

Info: Organizzato dalla Fondazione VSM di Villa Santa Maria Centro di Neuropsichiatria infantile ONLUS con il patrocinio della Fondazione Cariplo e la collaborazione della Fondazione Alessandro Volta, Como, 15-16 febbraio

pdf url

abstract

Abstract: Programma 

VENERDÌ 15 FEBBRAIO 

14.00 | 14.30 
Arrivo partecipanti e registrazione 
14.30 | 14.40 
Saluti istituzionali 
14.40 | 15.00 
Introduzione di Enzo Grossi 
15.00 | 18.00 

I SESSIONE 
Modera Cristiano Termine 
15.00 | 15.15 
Defensive Response to Whisker Stimulation and Reduced Somatosensory Cortex Activation in the Engrailed-2 Mouse Model of Autism. Relatore Yuri Bozzi 
15.15 | 15.30 
Autism-Associated 16p11.2 Microdeletion Impairs Prefrontal Functional Connectivity in Mouse and Human. 
Relatore Marco Pagani 
15.30 | 15.45 
Altered Prefrontal Functional Connectivity and Anatomy in Mice Lacking Autism-Associated Gene Shank3. 
Relatore Marco Pagani 
15.45 | 16.00 
Affective Salience Influences Looking Preference for Social Elements during Interactive Play Scenes in Young Children with Autism. 
Relatrice Liliana Ruta 

16.00 | 16.20 DISCUSSIONE 

16.20 | 16.40 COFFEE BREAK 

16.40 | 16.55 
The Aesthetic Perception Ability in Autism Spectrum Disorders: a Behavioural and Eye- Tracking Study. 
Relatrice Monica Mazza 
16.55 | 17.10 
Urinary Metabolomic Profile in Autism Spectrum Disorder: a Comparison between Patients, Siblings and Healthy Controls. 
Relatrice Martina Siracusano 
17.10 | 17.25 
Prospective Action Planning: Autistic Children Go Their Own Way. 
Relatrice Cristina Becchio 

17.25 | 18.00 DISCUSSIONE 

18.00 | 18.30 INTERVALLO 

18.30 | 19.30 

SESSIONE PLENARIA (aperta al pubblico) Modera Enzo Grossi 

18.30 | 19.15 
Alle origini dell’autismo. Lettura magistrale 
Filippo Muratori 

19.15 | 19.30 DISCUSSIONE 

20.00 
PROGRAMMA SOCIALE 

SABATO 16 FEBBRAIO 

9.30 | 12.30 

II SESSIONE 
Modera Renata Nacinovich 

9.30 | 9.45 
Ouch and Yucks: Anxiety, Alexithymia and Empathetic Reactions in Autism. 
Relatrice Francesca Benuzzi 
9.45 | 10.00 
Content Analysis of Psycho-Educational Intervention Goal for Young Children with Autism within the ICF- CY Framework. Relatrice Kristin Strauss 
10.00 | 10.15 
Linking the Esdm Curriculum Checklist for Young Children with Autism to the ICF-CY Who Comprehensive Classification System. 
Relatrice Kristin Strauss 
10.15 | 10.30 
TIP-TOE Behavior in Autism Spectrum Disorder: a Prospective Cohort Study. 
Relatore Giulio Valagussa 

10.30 | 10.50 DISCUSSIONE 

10.50 | 11.10 COFFEE BREAK 

11.10 | 11.25 
Quantitative Assessment of TIP-TOE Behavior in Autism Spectrum Disorder Subjects: a Cross- Sectional Cohort Study. 
Relatore Giulio Valagussa 
11.25 | 11.40 
Prospective Investigation of Early Clinical Predictors of Autism Spectrum Disorders in Infants with Tuberous Sclerosis Complex: First Analysis from the Epistop Project. 
Relatrice Arianna Benvenuto 
11.40 | 11.55 
Detection of Ignored Autism Spectrum Disorder By Simple External Observation in Kindergarten: A Proof of Concept Study. 
Relatrice Eleonora Castagna 

11.55 | 12.30 DISCUSSIONE 

12.30 | 14.00 LUNCH BREAK 

14.00 | 17.00 
III SESSIONE 
Modera Filippo Muratori 
14.00 | 14.15 
Brainstem Alterations in Young Children with Autism Spectrum Disorders: Comparison Among Automated Algorithms. 
Relatore Paolo Bosco 
14.15 | 14.30 
Effect of Cooperative and Non-Cooperative Social Interactions on Personal Space Regulation in Adults with Autism Spectrum Disorders: an fMRI Study. Relatrice Claudia Massaccesi 
14.30 | 14.45 
Impact of stratification on supervised classification of subjects with Autism Spectrum Disorders. Relatrice Elisa Ferrari 
14.45 | 15.00 
Predictors of the Agreement between Diagnostic Instruments and Clinical Diagnosis of ASD in Adults without Intellectual Disability. 
Relatrice Laura Fusar Poli 
15.00 | 15.15 
EEG Data Processed by Advanced Machine Learning Systems Allow an Accurate Differential Diagnosis between ASD Children and Children with Other Neuro-Psychiatric Disorders. 
Relatore Enzo Grossi 15.15 | 16.00 
DISCUSSIONE 
16.00 | 17.00 
UNO SGUARDO A INSAR 2019. DISCUSSIONE E CONCLUSIONI 


PARTECIPANTI 
Becchio Cristina 
Istituto Italiano di Tecnologia, Genova 
Benuzzi Francesca 
Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia 
Benvenuto Arianna 
Università degli Studi di Roma Tor Vergata 
Bosco Paolo 
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Pisa 
Bozzi Yuri 
Università degli Studi di Trento 
Castagna Eleonora 
Villa Santa Maria SCS, Tavernerio (Como) 
Ferrari Elisa 
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Pisa 
Fusar Poli Laura 
Università di Pavia 
Grossi Enzo 
Fondazione VSM di Villa Santa Maria, Tavernerio (Como) 
Massaccesi Claudia 
University of Vienna 
Mazza Monica 
Università degli Studi dell’Aquila 
Muratori Filippo 
IRCCS Fondazione Stella Maris, Calambrone (Pisa) 
Nacinovich Renata 
Università degli Studi di Milano Bicocca 
Norsi Marina 
Villa Santa Maria SCS, Tavernerio (Como) 
Pagani Marco 
Istituto Italiano di Tecnologia, Rovereto (Trento) 
Ruta Liliana 
Consiglio Nazionale delle Ricerche, Messina 
Siracusano Martina 
Università degli Studi di Roma Tor Vergata 
Strauss Kristin 
Associazione UmbrellAutism, Roma 
Termine Cristiano 
Università degli Studi dell’Insubria, Varese 
Valagussa Giulio 
Villa Santa Maria SCS, Tavernerio (Como) 
Valenti Marco 
Centro di Riferimento Regionale per l’Autismo, Regione Abruzzo

Titolo: Prendersi cura: realtà ospedaliera e pluralismo religioso (2018)

Autore: Alberto Scanni, Andreas Koehn, Giorgio Mortara, Abd al-Sabur Turrini, Tenzin Khentse Cesare Milani, Enzo Grossi, Eleonora Castagna, Eleonora Stampa, Sergio Fucci

Info: Seminario organizzato da Fondazione VSM di Villa Santa Maria SCS, Comitato Scientifico Insieme per prenderci cura e Ospedale Valduce, Como, Unindustria, 31 maggio

abstract

Abstract: Obiettivo del seminario è quello di: 
- promuovere il rispetto e la valorizzazione delle diverse sensibilità religiose e culturali dei pazienti 
- rendere più umane ed efficaci le cure, dedicando la massima attenzione alla dignità della persona 
- offrire a medici, infermieri, assistenti sociali e volontari una serie di strumenti pratici per far fronte alle necessità di una società che giorno dopo giorno diventa sempre più multietnica e multiculturale 

Evento patrocinato dall’Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Como, dall'Ordine provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Milano e dall'Ordine delle Professioni Infermieristiche di Como

Titolo: Droghe e dipendenze nei giovani d’oggi (2018)

Autore: Gaetana Mariani, Massimo Agosti, Giorgio Rossi, Sabrina Molinaro, Francesca Denoth, Claudio Tosetto, Nicola Poloni

Info: ASST Sette Laghi in collaborazione con Villa Santa Maria SCS, Varese, 21 febbraio

abstract

PREMESSA: 
Le dipendenze da sostanze, dal gioco d’azzardo, dal WEB hanno assunto una rilevanza sempre più preoccupante negli ultimi anni. Le sostanze d’abuso sono ormai centinaia e solo meno di una decina possono essere individuate con i comuni metodi di indagine. Il fenomeno del gioco d’azzardo, grave tra i maggiorenni, ha una dimensione oramai anche in età evolutiva. L’addiction dai mezzi informatici è un fenomeno in gran parte sommerso, ma con molti risvolti clinici e conseguenze sul piano sociale e sulla vita di relazione. 

OBIETTIVO: 
Fornire conoscenze teoriche e pratiche rispetto al fenomeno dipendenze.

Titolo: Droga, alcol e social network: le nuove generazioni sono allo sbando? (2018)

Autore: Gaetana Mariani, Ilenia Brenna, Sabrina Molinaro, Francesca Denoth, Carlo Fraticelli, Lorena Sinigaglia

Info: Villa Santa Maria SCS in collaborazione con Fondazione Enaip Lombardia, Enaip Factory, Cantù, 20 febbraio

abstract

Le dipendenze da sostanze, gioco d’azzardo e Web hanno assunto una rilevanza sempre più preoccupante negli ultimi anni, in particolar modo tra gli adolescenti. Conoscere i rischi a cui i nostri ragazzi vanno incontro e gli strumenti che famiglie e scuola hanno a propria disposizione è essenziale per contrastare e prevenire la diffusione del fenomeno.

Titolo: Adolescenza e psicopatologia (2017)

Autore: Tristana Castignano, Katiusha Hall

Info: ASST Sette Laghi, Monza, 13 ottobre 2017

Titolo: Villa Santa Maria presenta il volume: Il Pensiero Psicoanalitico Italiano - Maestri, idee e tendenze dagli anni ’20 ad oggi (2017)

Autore: Gaetana Mariani, Paolo Chiari, Anna Ferruta, Marta Badoni, Giorgio Rossi, Franco Vanzulli, Renata Nacinovich, Mariarosa Ferrario

Info: Varese, Università degli Studi dell’Insubria, 11 novembre

abstract

Come è nato e si è sviluppato il pensiero psicoanalitico in Italia? Come ha contribuito a formare e a far evolvere il Paese dal punto di vista culturale? In una fase storica come quella attuale, nella quale il disagio psicologico e le difficoltà di sviluppo in età evolutiva sono in forte aumento, tanto da essere cresciuti del 45% negli ultimi cinque anni, che strumenti abbiamo per affrontare i problemi di bambini e adolescenti? Sono questi i temi al centro dell’evento di presentazione del volume Il Pensiero Psicoanalitico Italiano - Maestri, idee e tendenze dagli anni ’20 ad oggi, in programma sabato 11 novembre alle 9.30 a Varese, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi dell’Insubria (via Ravasi 2). L’evento, organizzato da Villa Santa Maria, Centro di Tavernerio (Como) specializzato nella cura e riabilitazione di bambini e ragazzi affetti da autismo e patologie neuropsichiatriche che in provincia di Varese si occupa di adulti con disabilità psichica e ritardo mentale nella sede di Oggiona con Santo Stefano, è stato patrocinato dalla Società Psicoanalitica Italiana (SPI) e dall’Azienda Socio Sanitaria Territoriale (ASST) Sette Laghi. PROGRAMMA: Modera Paolo Chiari, Psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista, membro ordinario della SPI Saluti iniziali Gaetana Mariani, Presidente e Direttore generale Villa Santa Maria scs Prima Parte - Il pensiero psicoanalitico italiano La presenza della psicoanalisi in Italia nel contesto terapeutico e culturale Anna Ferruta, Psicologa, psicoanalista, membro ordinario con funzioni di training della SPI e dell’IPA Deficit sulla funzione di reverie e transfert tirannico Marta Badoni, Neuropsichiatra infantile, psicoanalista, membro ordinario con funzioni di training della SPI e dell’IPA Seconda Parte - Psicoanalisi e adolescenza La psicoterapia psicoanalitica per l’infanzia e l’adolescenza: lavoro artigianale, arte, evidence based medicine? Giorgio Rossi, Direttore Struttura Complessa di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Ospedale Del Ponte, Varese Psicoanalisi e adolescenza: si può psicoanalizzare l’adolescente? Franco Vanzulli, Medico specialista in Neurologia e Neuropsichiatria infantile, Villa Santa Maria scs, Tavernerio (Como) Quale lavoro con i genitori? Renata Nacinovich, Medico, neuropsichiatra infantile, psicoanalista, membro associato della SPI e dell’IPA, docente della Scuola di Specializzazione in Neuropsichiatria infantile dell’Università di Milano Bicocca e di Brescia L'incontro analitico nel lavoro con bambini e adolescenti: spazio, tempo, narrazione Mariarosa Ferrario, Responsabile UONPIA Gallarate, ASST Valle Olona, Gallarate (Varese)

Titolo: Villa Santa Maria presenta il libro Abbiamo bisogno di genitori autorevoli - Aiutare gli adolescenti a diventare adulti (2017)

Autore: Gaetana Mariani, Matteo Lancini, Ilenia Brenna, Marzia Pontremoli, Cinzia Zorino, Elena Mantelli, Antonella Mazzoccato

Info: Como, sede UnindustriaComo, 27 settembre

abstract

Come si devono affrontare i problemi legati a una fase critica come quella dell’adolescenza? Come si possono favorire l’autonomia e responsabilità dei ragazzi senza lasciarli soli davanti alle difficoltà? Come è opportuno intervenire nelle situazioni più critiche? Sono questi i dubbi che genitori, insegnanti ed educatori si trovano ad affrontare quotidianamente e ai quali il volume Abbiamo bisogno di genitori autorevoli - Aiutare gli adolescenti a diventare adulti, scritto da Matteo Lancini, psicologo e psicoterapeuta, docente presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università Milano Bicocca e presidente della Fondazione Minotauro, offre una serie di risposte pratiche e senza pregiudizi. Il Libro, edito da Mondadori, è stato presentato a Como mercoledì 27 settembre alle 20.30, nell’ambito dell’incontro serale con l’autore organizzato da Villa Santa Maria, Centro multiservizi di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, nella sede di UnindustriaComo, in via Raimondi 1. L’incontro, introdotto dalla dottoressa Gaetana Mariani, presidente e direttore generale di Villa Santa Maria, è stato anche l’occasione per un confronto a più voci sugli adolescenti e sui nuovi fenomeni che riguardano una fase così delicata per la vita dei giovani. Alla discussione con l’autore hanno partecipato Ilenia Brenna, direttore del Centro Formativo-Fondazione Enaip Lombardia-CSF di Cantù, Marzia Pontremoli, dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Como Borgovico e direttore del CTS Como, Cinzia Zorino, presidente della sezione di Como dell’Associazione Italiana Dislessia, e le due imprenditrici comasche Elena Mantelli e Antonella Mazzoccato.

Titolo: Ciclo di Vita e DSA: Convegno Regionale (2017)

Autore: Gaetana Mariani

Info: Como, Collegio Gallio, 9 giugno

pdf url

abstract

La sezione AID di Como, in collaborazione con l'Università degli Studi dell'Insubria, organizza il convegno "Ciclo di Vita e DSA: dall'età prescolare all'università e al mondo del lavoro". L'evento formativo, che si svolgerà venerdì 9 giugno presso il Collegio Gallio di Como si propone di analizzare, attraverso gli interventi e le riflessioni di specialisti del settore, le dinamiche e le sfide che bambini, ragazzi e adulti DSA devono affrontare lungo tutto il loro percorso di vita e di studi. Cristiano Termine, Professore Associato di Neuropsichiatria Infantile dell'Università degli Studi dell’Insubria e direttore scientifico della conferenza, insieme al dirigente dell'UST di Como Roberto Proietto, introdurrà questa giornata di studi, uno dei cui obiettivi è approfondire gli strumenti a disposizione delle persone con DSA per crescere ed evolversi sul versante famigliare, scolastico e lavorativo. La riflessione partirà innanzitutto dalle istituzioni. Raffaele Ciambrone, Dirigente Ufficio IV MIUR, spiegherà quali e quante funzioni svolga il Ministero dell'università, dell'istruzione e della Ricerca nella tutela dei bambini e dei ragazzi durante il percorso di apprendimento scolastico. L'importanza delle strutture sanitarie sarà invece il tema affrontato da Gaetana Mariani, Presidente e Direttore Generale VSM, centro d'eccellenza per la neuropsichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza. La figura centrale dell'insegnante, che possa apprendere e comunicare le abilità di lettura e scrittura, secondo una didattica sempre più inclusiva, sarà al centro dell'intervento di Giacomo Stella, professore Straordinario di Psicologia clinica presso la Facoltà di Scienze della formazione, Università di Modena e Reggio Emilia. Luisa Girelli, professore associato di Psicobiologia e Psicologia Fisiologica del Dipartimento di Psicologia dell' Università degli studi di Milano-Bicocca si occuperà delle criticità nella diagnosi della discalculia evolutiva. Le problematiche che insorgono una volta che i ragazzi sono arrivati agli istituti superiori e la necessità di un capovolgimento tra l'insegnamento e l'apprendimento saranno discussi dal Dirigente Scolastico Istituto Majorana di Brindisi Salvatore Giuliano. Il Dottor Enrico Ghidoni, Neurologo presso l'Unità Operativa Complessa di Neurologia dell' Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia porrà al centro del suo discorso le sfide e le problematiche che intercorrono nel passaggio tra l'età evolutiva e l'età adulta nei ragazzi DSA. Il convegno è sponsorizzato da Villa Santa Maria di Tavernerio, con il patrocinio del Comune di Como, della Rete CTS-CTI di Como e dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia. La locandina dell'evento è disponibile a questo link. PROGRAMMA COMPLETO MATTINA ORE 8.30 - REGISTRAZIONE ORE 9.00 –INTRODUZIONE ORE 9.10 –Cinzia Zorino - Presidente sezione AID di Como ORE 9.20 - Cristiano Termine - Università degli Studi dell'Insubria ORE 9.30 - Roberto Proietto - Dirigente UST Como ORE 9.40 - Alessandro Fermi – Sottosegretario all’Attuazione del Programma Regione Lombardia ORE 9.50 – Marzia Pontremoli - Direttore CTS e Dirigente Scolastico ORE 10.00 - Raffaele Ciambrone – Dirigente Ufficio IV MIUR “Disabilità. Scuola in ospedale e istruzione domiciliare. Integrazione alunni stranieri” - Il ruolo del MIUR nella tutela dei bambini e dei ragazzi con DSA ORE 10.30 - Gaetana Mariani – Presidente e Direttore Generale Villa Santa Maria: Il ruolo attivo delle strutture sanitarie nella tutela dei bambini e dei ragazzi con DSA ORE 10.50 - Cristiano Termine: Perché l’identificazione in età prescolare? ORE 11.30 – 12.00: PAUSA CAFFÈ ORE 12.00 - Giacomo Stella - Professore Straordinario di Psicologia clinica, Facoltà di Scienze della formazione, Università di Modena e Reggio Emilia: Apprendere e insegnare le abilità di lettura e di scrittura ORE 12.45 - Luisa Girelli - Professore associato di Psicobiologia e Psicologia Fisiologica, Dipartimento di Psicologia, Università degli studi di Milano-Bicocca: Criticità nella diagnosi di discalculia evolutiva POMERIGGIO ORE 14.30 – Franco Castronovo - UST di Como. Gli alunni con DSA nelle scuole della provincia di Como ORE 14.45 – Salvatore Giuliano –Dirigente Scolastico Istituto Majorana Brindisi: Capovolgere l’insegnamento e l’apprendimento nella scuola secondaria ORE 15.30 – Enrico Ghidoni – Medico Neurologo presso l'Unità Operativa Complessa di Neurologia, Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia: Dall’età evolutiva all’età adulta: cosa cambia? ORE 16.15 – Giacomo Guaraldi - Direzione Servizi agli Studenti, Università di Modena e Reggio Emilia: Servizi erogati agli studenti con DSA all’Università ORE 17.00 – Fulvio Bovard – Presidente Fondazione Italiana Dislessia (FID): Il mondo del lavoro. ORE 17.30 –18.00 DIBATTITO E CONCLUSIONE DEI LAVORI ORE 18.00 –18.30 QUESTIONARIO ECM

Titolo: I disturbi alimentari in adolescenza: segnali, sintomi, percorsi possibili di diagnosi precoce e cura (2017)

Autore: Gaetana Mariani, Fabrizio Muratori, Eugenia Dozio, Leonardo Mendolicchio, Laura Romano, Roberto Pozzetti, Daniele Lietti, Alfredo Caminiti, Anna Veronelli

Info: Villa Gallia, Como, 15 marzo 2017

abstract

Ore 14.30 Registrazione dei partecipanti e caffè di benvenuto Ore 15.00 Saluti istituzionali Alessandro Fermi, Sottosegretario all’Attuazione del Programma Regione Lombardia Gaetana Mariani, Presidente e Direttore Generale Villa Santa Maria Gianluigi Spata, Presidente Ordine dei Medici e Odontoiatri di Como Domiziana Giola, Consigliere Provincia di Como Amelia Locatelli, Vicepresidente Associazione Cultural Frame of Food Ore 15.30 Interventi Fabrizio Muratori Direttore UOC di Endocrinologia e Diabetologia ASST Lariana Como Controllo neuroendocrino dell’apporto alimentare e regolazione del bilancio energetico Eugenia Dozio Dietista Clinica – Dipartimento di Medicina e Chirurgia Università degli Studi dell’Insubria Riabilitazione nutrizionale nel trattamento dei disturbi del comportamento alimentare Leonardo Mendolicchio Psichiatra, Psicoterapeuta e Psicoanalista Bisogna pur mangiare: i disturbi alimentari nella dimensione clinica e culturale Laura Romano Consulente educativa e co-autrice del libro Gaia di nome Quando la femminilità fa paura Roberto Pozzetti Psicanalista e co-autore del libro Gaia di nome Apertura e chiusura verso l’amore nei disturbi del comportamento alimentare Daniele Lietti, Direttore UOC di Pediatria Ospedale Valduce di Como Campanelli d’allarme, segnali, primi sintomi Alfredo Caminiti, Direttore SC di Pediatria ASST Lariana Cantù Unità Operativa di Pediatria di Cantù: un triennio di esperienza nel percorso di cura Ore 17.30 Dibattito Ore 18.00 Conclusione dei lavori Modera: Anna Veronelli Comune di Como

Titolo: La Salute Psicomotoria - L'osservazione dello sviluppo dei bambini inizia già all'asilo nido. I risultati ottenuti da uno studio pilota (2017)

Autore: Maurizio Bonati, Marina Norsi, Eleonora Castagna, Odelia Liberanome, Gloriana Candusso, Enzo Grossi

Info: Villa Santa Maria e UCEI, 7 febbraio 2017, Milano

pdf

abstract

Il mio bambino sta avendo uno sviluppo normale? Oppure c’è nel modo in cui gioca, comunica o interagisce con il prossimo un campanello d’allarme per quel che riguarda la sua salute? In un’epoca nella quale i disturbi dello sviluppo sono in forte e costante aumento, tanto che quasi il 10% dei bambini è interessato da problemi che possono andare dal semplice ritardo di lettura fino alle sindromi dello spettro autistico, sono sempre più numerosi i genitori che pongono queste domande al proprio medico e a se stessi. Il progetto di prevenzione primaria “La Salute Psicomotoria”, voluto e finanziato da UCEI (Unione delle Comunità Ebraiche Italiane) e realizzato da Villa Santa Maria in collaborazione con AME (Associazione Medica Ebraica – Italia) e Sochnut Italia – Agenzia Ebraica per Israele, ha voluto indagare proprio questi aspetti, attraverso l’osservazione dei bambini in età pre-scolare in un ambiente ludico. I risultati di questo studio pilota, che ha consentito di individuare non solo bambini con problemi in una o più aree dello sviluppo, ma anche piccoli con capacità particolarmente avanzate, sono stati illustrati nel corso del convegno patrocinato da Regione Lombardia e intitolato “La Salute Psicomotoria”, che si è svolto il 7 febbraio a Palazzo Pirelli a Milano.

Titolo: Il lato oscuro dell'adolescenza: benessere e disagio dei ragazzi comaschi (2016)

Autore: Relatori/Enzo Grossi, Angelo Compare, Franco Castronovo

Info: Unindustria Como, 22 settembre 2016

abstract

Qual è lo stato di benessere degli adolescenti comaschi? E quanta consapevolezza hanno i genitori della felicità o dell’eventuale condizione di disagio vissuta dai propri figli? In un’epoca in cui la trasformazione della tradizionale struttura famigliare, il cambiamento delle relazioni sociali e la diffusione di social media e Internet espongono i ragazzi a una serie di difficoltà senza precedenti nella delicata fase dell’adolescenza, fotografare la situazione a livello territoriale è essenziale per prevenire e intervenire tempestivamente sulle forme di disagio più grave. Il progetto pilota Kidscreen, studio epidemiologico promosso da Villa Santa Maria e dalla Facoltà di Scienze umane e sociali dell’Università degli Studi di Bergamo, ha indagato lo stato di benessere e disagio dei preadolescenti e adolescenti. I sorprendenti risultati di questa esplorazione, cofinanziata dalla Fondazione Provinciale della Comunità Comasca e condotta in collaborazione con famiglie e scuola, saranno illustrati nel corso dell’evento. Intervengono Prof. Franco Castronovo, Referente Area BES presso USR-L Ufficio V – AT Como Prof. Enzo Grossi, Direttore Scientifico di Villa Santa Maria scs Prof. Angelo Compare, Ph.D. Associate Professor in Clinical Psychology Dep. Human & Social Science, University of Bergamo, Componente del CDA del Cluster Regionale Lombardo Smart City & Communities Con un saluto istituzionale di Alessandro Fermi, Sottosegretario all'Attuazione del programma, Regione Lombardia; Lucas Maria Gutierrez, Direttore Sociosanitario ATS Insubria Roberto Proietto, Dirigente U.S.T. Como Gaetana Mariani, Presidente e Direttore Generale di Villa Santa Maria scs; Flavio Pavoni, Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo di Tavernerio; Giacomo Castiglioni, Presidente Fondazione Provinciale della Comunità Comasca; Modera: Diego Minonzio, Direttore Quotidiano “La Provincia”

Titolo: Trattamenti delle Distonie Primarie e Secondarie con Tecniche di Neurostimolazione (2016)

Autore: Relatori/Gaetana Mariani, Francesca Neri, Erik Pietro Sganzerla, Daniele Grioni, Andrea Landi, Cesare Giuseppe Cerri, Daniele Lietti, Angelo Taborell

Info: Villa del Grumello, 15 aprile 2016

abstract

Programma ore 17 Saluti Istituzionali Dr.ssa Gaetana Mariani Presidente e Direttore Generale Villa Santa Maria scs moderatori Dr. Daniele Lietti, Dr. Angelo Taborelli ore 17.15 Introduzione all'evento Prof.ssa Francesca Neri, Prof. Erik Pietro Sganzerla ore 17.30 Introduzione alle distonie: distonie primarie e secondarie, clinica ed epidemiologia Dr. Daniele Grioni ore 17:45 La Stimolazione Cerebrale Profonda, indicazioni clinica, tecniche chirurgiche, risultati Dr. Andrea Landi ore 18:30 La riabilitazione motoria nelle distonie Prof Cesare Giuseppe Cerri ore 19.00 Discussione ore 19:15 Chiusura del Workshop Prof.ssa Francesca Neri, Prof. Erik Pietro Sganzerla

Titolo: L’altro lato della disabilità e dell’autismo: lo stress e il disagio psichico dei famigliari (2014)

Autore: Relatori /Gaetana Mariani; Virginio Marchesi; Giovanni Pieretti; Angelo Compare;Sara Melli, Enzo Grossi

Info: Villa Del Grumello; 17 Settembre 2014

abstract

La disabilità infantile e in particolare l’autismo hanno due facce: la prima riguarda il soggetto malato su cui si concentra l’attenzione di tutti gli operatori che a vario titolo sono chiamati ad occuparsi del problema, la seconda riguarda i famigliari del soggetto che vivono un dramma spesso nascosto e poco considerato. Con questo Convegno Villa Santa Maria ha voluto aprire uno squarcio su questo secondo lato analizzandolo da diverse angolature: quella del decisore pubblico, nel nostro caso un rappresentante Regionale dell’Assessorato alla famiglia, quella del sociologo che osserva le conseguenze extrapersonali del malessere famigliare, quella dello psicologo che si occupa delle conseguenze intra personali dello stress genitoriale e dei fratelli e quella del ricercatore che mira a ricostruire un quadro complessivo del problema. Ecco il perché di questo titolo: L’altro lato della disabilità e dell’autismo: lo stress e il disagio psichico dei famigliari . Con questo convegno ci siamo proposti di approfondire una tematica molto delicata anche alla luce dei recenti studi condotti nel nostro istituto sullo stress genitoriale e dei fratelli di bambini e adolescenti autistici che hanno prodotto risultati ed evidenze di grande interesse. Al convegno ha partecipato un pubblico variegato composto da medici, operatori e famigliari. PROGRAMMA: 17.00 Benvenuto Dr.ssa Gaetana Mariani, Presidente e Direttore Generale di Villa Santa Maria 17.10 I minori, la famiglia, e le attività regionali attuative della DGR 740 Dr. Virginio Marchesi, Assessorato alla Famiglia Regione Lombardia 17.30 Il disagio psicologico del genitori e dei fratelli di bambini disabili : aspetti sociali Prof. Giovanni Pieretti, Università di Bologna 17.50 Stress genitoriale e autismo: uno studio a Villa Santa Maria : Prof. Angelo Compare, Università di Bergamo 18.10 Stress dei fratelli e autismo; uno studio a Villa Santa Maria: Dr.ssa Sara Melli, Villa Santa Maria 18.30 Lo stress famigliare come elemento della complessità inerente alla pluridisabilità Prof. Enzo Grossi, Villa Santa Maria

Titolo: Genitori di persone con disabilità intellettiva: come resistere? (2013)

Autore: Relatori/ Gaetana Mariani; Rossella Radice; Vittore Mariani

abstract

Essere genitori di figli con disabilità intellettiva significa misurarsi quotidianamente con difficoltà e problemi enormi”, ha sottolineato la dr.ssa Gaetana Mariani, presidente di Villa Santa Maria, realtà che si occupa di cura e riabilitazione di bambini e ragazzi affetti da autismo e patologie neuropsichiatriche. “Anche le piccole questioni pratiche che chiunque cresca un figlio si trova ad affrontare possono trasformarsi in ostacoli quasi insormontabili, a causa di una burocrazia che tende a complicare notevolmente certi passaggi, e di tanti altri aspetti”. La forza e le energie che la maggior parte di loro mette in mostra nel proprio percorso quotidiano, infatti, a volte possono anche non bastare. Per questo motivo l’istituto, che mette al centro delle proprie attività non solo il benessere e la qualità della vita dei ragazzi assistiti, ma anche quelli delle loro famiglie, ha voluto proporre un incontro formativo, incentrato sia su aspetti pratici della vita quotidiana sia su aspetti psicologici.

Titolo: “Stress e Disabilità Infantile, Sostenere la famiglia”. (2012)

Autore: Relatori: /Gaetana Mariani, Carlo Alberto Tersalvi, Diego Coletti, Enzo Grossi, Angelo Compare.

url

abstract

Villa Santa Maria oltre alle attività che vedono impegnati i propri operatori nella cura e nella riabilitazione di bambini affetti da disabilità gravi e gravissime, ha intrapreso un percorso di ricerca con l’obiettivo di far conoscere ed approfondire le problematiche connesse alla disabilità. Villa Santa Maria propone il tema dello stress organizzando, in collaborazione con l’Università di Bergamo, un workshop su stress e disabilità infantile. L’obiettivo è puntato sullo stress prodotto nella cerchia famigliare quando ne fa parte un bambino disabile. Un numero sempre crescente di studi misura, in Europa e negli Stati Uniti, l’incidenza negativa dello stress e dei disturbi ad esso correlati in termini di patologie letali, giornate di lavoro perse, elevata spesa farmacologica e sanitaria. L’impatto economico e sociale di questo fenomeno ha quindi indotto a considerare lo stress come la malattia del nuovo secolo. La disabilità di un membro della famiglia, quale può essere un figlio, può generare un sovraccarico fisico ed emotivo per i vari membri familiari, primi fra tutti i genitori. Per far sì che i genitori affrontino efficacemente questa situazione sono necessarie competenze e abilità, a volte particolarmente complesse e sofisticate, che non sempre risultano facilmente presenti e disponibili. Essere genitori di un bambino con diagnosi di autismo, ad esempio, ha numerosi effetti ed implicazioni sul benessere della famiglia in cui il minore è inserito, interferendo con le attività quotidiane e con le interazioni sociali di ogni membro. È stato dimostrato che i genitori di bambini con autismo sono ad alto rischio di stress rispetto a genitori di bambini sani o con altri disturbi evolutivi. Queste famiglie, molto più di altre con figli non disabili, hanno dunque bisogno di interventi di “enrichment familiare”, ovvero interventi psicologici di natura preventivo-promozionale che, centrando l’attenzione sulle risorse presenti nella famiglia, hanno l'obiettivo di potenziare competenze e abilità specifiche della coppia e dei genitori, per migliorarne il funzionamento e prevenire eventuali sviluppi problematici. Gaetana Mariani Presidente e Direttore Generale di Villa Santa Maria rimarca ”Il ruolo fondamentale della famiglia a sostegno del nostro lavoro, dedichiamo tempo e attenzione a tutto ciò che sta “dietro” ad un nostro bambino. E’ difficile non comprendere lo stato di stress che spesso sfocia in angoscia dei genitori di questi piccoli, l’incapacità di fronteggiare eventi continuamente stressanti, definita coping, che affronteremo nel nostro workshop, può divenire causa di ulteriori tensioni nella coppia che, non è infrequente, giunge, a causa di ciò, alla separazione. Il nostro ruolo è anche quello quindi di fare in modo che al disagio prodotto dal bambino disabile non se ne aggiungano altri che alla fine di un drammatico circolo vizioso torneranno ad influenzare la vita già sufficientemente perigliosa del piccolo. Vogliamo continuare a mantenere alta l’attenzione su questo tema e questo incontro è il nostro contributo”.

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni sulla nostra struttura e le nostre attività.